Il termine dieta indica l’insieme dei cibi e delle bevande che per qualità e quantità devono essere assunti giornalmente, in modo equilibrato per soddisfare il fabbisogno energetico, plastico e regolatore dell’essere umano (o animale). L’etimologia della parola dieta viene dal greco che significa “stile di vita”, in tal senso, ognuno di noi sta a “dieta”. Purtroppo nella cultura moderna il termine si usa in italiano corrente per identificare uno stato alimentare controllato ed in generale rivolto al dimagrimento e quindi, costituito da un’alimentazione con restrizioni caloriche…ecco quindi, nell’uso comune, errato, dieta fà pensare alle diete dimagranti.

Considerando questo suo significato “moderno”, possiamo allora chiederci cosa vuol dire alimentazione?Col termine alimentazione si intende sia l’assunzione di alimenti come attività fisiologica in risposta a stimoli fisici e psichici, sia più in generale il regime alimentare adottato dall’uomo. L’alimentazione umana è qualcosa di più di un semplice processo di nutrizione, e i suoi aspetti fondamentali sono di tipo quantitativo (un’alimentazione insufficiente porta progressivamente dai lievi disturbi alle malattie gravi) e di tipo qualitativo (una dieta impropria porta a malnutrizione, obesità e altre malattie). Il cibo influenza la salute, la durata della vita, il benessere fisico, le dimensioni del corpo e lo sviluppo mentale. Un’alimentazione troppo scarsa porta a inedia e malessere, una eccessiva porta a obesità , diabete e disturbi cardiaci.

Alimenti e alimentazione hanno anche una dimensione culturale: le abitudini alimentari fanno parte della nostra vita culturale ed emozionale.Gli alimenti hanno dunque funzioni diverse e una volta introdotte nell’organismo vengono digerite, assimilate e distribuite, e sono necessarie al mantenimento delle funzioni del corpo. – Mantenere costante la propria temperatura e disporre di energia da spendere nelle attività quotidiane: questa funzione, detta ENERGETICA, viene svolta dai grassi, dagli zuccheri e , in misura minore, dalla proteine. – Essere in grado di riparare eventuali danni a carico dei tessuti e di costruire di nuovi (per esempio durante la crescita e la gravidanza): questa funzione, detta PLASTICA, ed è svolta principalmente dalle proteine, nonché da alcune tipologie di grassi, vitamine e sali minerali. – Disporre di difese in grado di contrastare gli attacchi di agenti esterni e interni (per esempio le infezioni): questa funzione, detta PROTETTIVA, è svolta principalmente da proteine, vitamine, e da alcune tipologie di sali minerali. – Sviluppare le reazioni biochimiche fondamentali per la vita (respirare, mangiare, digerire, muoversi, etc.): questa funzione, detta REGOLATRICE, viene svolta dalle proteine, vitamine, dai carboidrati, dai sali minerali e dall’acqua. – Accumulare un certo quantitativo di “materiale” di riserva, da cui attingere in caso di necessità: questa funzione, detta RISERVA, è svolta dagli zuccheri e dai grassi.

Quindi l’alimentazione è davvero una questione complessa e parlare di alimentazione “corretta” corrisponde a dire probabilmente un’alimentazione che provoca il minor numero di guai, quindi, corretta alimentazione è “mangiare di tutto senza esagerare”. Mangiare di tutto significa non farsi mai mancare quelli che sono gli elementi base dell’alimentazione, questi elementi chiamati “principi nutritivi“ e che sono distinti in Carboidrati, Proteine, Grassi, Vitamine, Sali minerali, Acqua. Il nostro corpo contiene quasi tutti gli elementi nutritivi che ritroviamo negli alimenti, nutrienti che si suddividono in macronutrienti (zuccheri, grassi e proteine) e micronutrienti (vitamine e sali minerali). L’acqua, pur essendo un elemento indispensabile per molte funzioni svolte del corpo umano non viene considerata un nutriente.

Per seguire un’alimentazione equilibrata è opportuno che si assumano i corretti quantitativi di macro e micronutrienti e che l’apporto calorico quotidiano venga ripartito in specifiche proporzioni, indipendenti dal fabbisogno energetico di ciascuno di noi. Molte malattie, come l’ipertensione, il diabete, le malattie del cuore e del sistema cardiocircolatorio, possono essere prevenute con una corretta alimentazione, riducendo le calorie introdotte e mantenendo il proprio peso nei limiti normali.Dobbiamo imparare a nutrirci bene per vivere meglio, perché noi siamo il prodotto del cibo che quotidianamente consumiamo.

L’aspetto nutritivo di un alimento è costituito non solo dalla quantità, ma anche dalla qualità dei principi nutritivi in esso contenuti. Se desideriamo un fisico efficiente e sano dobbiamo dedicare una parte del nostro prezioso tempo per scegliere i giusti alimenti che verranno trasformati in ogni tessuto visibile e non visibile del nostro corpo e in energia. Quindi raccomando sempre di consumare alimenti naturali il più possibile, non trasformati dall’industria e privi di additivi, come i cereali integrali, frutta e verdura fresche di stagione, e legumi, il pesce (specie quello azzurro), la carne proveniente da animali allevati e alimentati in modo naturale; e di bere acqua (2 litri al giorno).

Consiglio inoltre, di praticare regolare e costante attività fisica adeguata ad età, sesso e stile di vita. A tale proposito devo ricordare che una corretta alimentazione migliora il rendimento sportivo ed evita danni alla salute. Un’alimentazione sana, sia pure controllata nelle calorie per coloro che vogliono dimagrire, deve comunque garantire un apporto sufficiente di tutti i principi nutritivi indispensabili al buon funzionamento dell’organismo: zuccheri, grassi, proteine, fibre, sali minerali, vitamine. La dieta deve essere valutata caso per caso poiché può variare a seconda dello stile di vita, dell’età, del sesso, dei gusti, delle abitudini, della salute dell’individuo. Anche in questo caso rimane molto importante – anzi direi indispensabile – praticare attività fisica in modo continuativo e seguiti da personale qualificato e competente. Solo così si otterranno dei risultati buoni nel tempo, i tessuti e la muscolatura rimarranno tonici e sodi, l’organismo in forma ed efficiente, e anche l’aspetto psicologico ne trarrà vantaggio, con un umore più sereno ed ottimista.

L’uomo ha bisogno di nutrirsi per la vita e il funzionamento dell’organismo, allo stesso modo tantissimi anni fa Ippocrate diceva: ”Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia